Skip to the content

Ecoturismo, progetto DestiMed: Parco di Porto Conte primo a essere testato

Nei giorni scorsi si è tenuto il test della proposta di Ecoturismo del Progetto DestiMED Plus. Il Parco Naturale Regionale di Porto Conte è la prima delle 9 aree protette ad effettuare il full test del pacchetto di ecoturismo. Al Progetto internazionale partecipano nove aree protette del Mediterraneo, in rappresentanza di nazioni come Spagna (due aree), Francia, Croazia, Albania, Grecia (due aree) e appunto Italia, con il Parco di Porto Conte e l’Area Marina Protetta Isole di Ventotene e Santo Stefano nell’arcipelago delle Isole Pontine. In particolare, Il gruppo di otto tester provenienti da Spagna, Francia, Croazia, Grecia e Regno Unito era costituito da membri dell’IUCN - MED, il Centro per la Cooperazione Mediterranea dell’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura, del CRPM, Commissione Isole della Conferenza delle Regioni Periferiche Marittime dell’Unione Europea, del Centro Tecnologico per la Biodiversità, l’Ecologia, l’Ambiente e le Tecnologie Alimentari dell’Università di Vic (Catalogna) e dell’Istituto per il Turismo di Zagabria (Croazia), da Tour Operator ed esperti di turismo sostenibile. Il Parco di Porto Conte è stato il primo delle nove aree protette ad effettuare il test completo, una decisione che ha voluto anche essere un invito alla ripartenza per il territorio con le sue attività legate al turismo dopo gli eventi funesti della pandemia.

Il pacchetto, che ha una forte impronta legata alla mobilità lenta e sostenibile, ha permesso al gruppo di otto tester di effettuare una serie di escursioni (in e-bike, a piedi e in catamarano a vela) alla scoperta dei siti naturalistici e panoramici più belli del territorio come la Foresta Demaniale Le Prigionette con la splendida insenatura di Cala Barca, l’area collinare di Monte Murone e Monte Vaccargiu, le spiagge di Punta Negra e Lazzaretto, la Grotta di Nettuno e le acque dell’Area Marina Protetta Capo Caccia - Isola Piana. L’aspetto legato alla storia e alla cultura del nostro territorio è stato evidenziato con la visita alle aree museali della Sede del Parco a Casa Gioiosa, il Museo dedicato a Saint-Exupéry a Porto Conte e la visita del centro storico di Alghero con le sue bellezze architettoniche che raccontano i legami storici e linguistici con la Catalogna. Anche l’enogastronomia ha recitato un ruolo importante all’interno della formula turistica proposta, con gli ospiti che hanno potuto gustare la bontà delle produzioni sostenibili e autoctone delle aziende del Marchio del Parco e di conoscerle nei laboratori di cucina legati alla filiera cerealicola dell’area protetta.

TICKET

Sei interessato?

Se desideri acquistare un prodotto, prenotare un’escursione o ricevere maggiori informazioni sul Parco e i suoi servizi, non esitare a contattarci.

Il nostro staff è a tua disposizione!